Istruzioni per la cassa integrazione ordinaria in caso di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa a causa di temperature elevate

Le imprese potranno chiedere all’Inps il riconoscimento della CIGO quando il
termometro supera i 35° centigradi. Ai fini dell’integrazione salariale, però,
possono essere considerate idonee anche le temperature “percepite”. In una
pubblicazione Inail dedicata a lavoratori, datori di lavoro e figure aziendali
della salute e sicurezza, le linee guida per prevenire le patologie da stress
termico.

Scarica qui il comunicato completo